Faq — Webinar 4 giugno 2020

WEBSEMINAR DEL 4 GIUGNO 2020 CON ASL 2′ DEL SAVONESE

INTRODUZIONE

L’impresa è tenu­ta ad ela­bo­ra­re un pro­prio pro­to­col­lo anti-con­ta­gio COVID-19 nel qua­le ven­go­no attua­te le dispo­si­zio­ni pre­vi­ste nel Pro­to­col­lo con­di­vi­so di rego­la­men­ta­zio­ne per il con­tra­sto e il con­te­ni­men­to del­la dif­fu­sio­ne del virus COVID-19 negli ambien­ti di lavo­ro del set­to­re edi­le (ulti­mo aggior­na­men­to 26/04/2020).

Nell’elaborato l’impresa indi­che­rà le pro­ce­du­re che potrà attua­re simil­men­te in tut­ti i can­tie­ri e farà riman­do al POS per le atti­vi­tà spe­ci­fi­che di cia­scun cantiere

Ripren­den­do i pun­ti pre­vi­sti nel Pro­to­col­lo con­di­vi­so di rego­la­men­ta­zio­ne si rispon­de ad alcu­ni quesiti:

Informazioni

Sicu­ra­men­te a distan­za di un po’ tem­po è con­si­glia­bi­le ripren­de­re i pun­ti fon­da­men­ta­li dell’informazione, ma non dimen­ti­chia­mo che il dato­re di lavo­ro, anche tra­mi­te il pre­po­sto, è tenu­to a vigi­la­re sull’effettiva appli­ca­zio­ne di quan­to pre­vi­sto nel pro­to­col­lo anti-contagio.

Cate­go­ry: Infor­ma­zio­ni

E’ sem­pre uti­le ave­re trac­cia del­le azio­ni che il dato­re di lavo­ro pone in esse­re per adem­pie­re ai suoi dove­ri in rela­zio­ne a quan­to pre­ve­de la nor­ma­ti­va, ma si deve ricor­da­re che la fir­ma del lavo­ra­to­re non man­le­va il dato­re di lavo­ro che non ha effet­tua­to un’informazione ade­gua­ta o in manie­ra superficiale.

Cate­go­ry: Infor­ma­zio­ni

Si, la riu­nio­ne infor­ma­ti­va può esse­re svol­ta in can­tie­re all’aperto tenen­do una distan­za mini­ma di un metro

Cate­go­ry: Infor­ma­zio­ni

L’informazione è il pri­mo pas­so del­la pre­ven­zio­ne, i lavo­ra­to­ri devo­no esse­re infor­ma­ti sui rischi di con­ta­gio e sui com­por­ta­men­ti da tene­re. Gli opu­sco­li infor­ma­ti­vi e i mani­fe­sti affis­si in can­tie­re pos­so esse­re di sup­por­to ma è com­pi­to del dato­re di lavo­ro ero­ga­re l’informazione al lavo­ra­to­re e accer­tar­si che la stes­sa sia sta­ta ade­gua­ta­men­te rece­pi­ta spe­cie in rife­ri­men­to a lavo­ra­to­ri stranieri.

Cate­go­ry: Infor­ma­zio­ni

Load More


Modalità di ingresso in azienda/cantiere

La sani­fi­ca­zio­ne può esse­re effet­tua­ta da per­so­na­le inter­no all’impresa dota­to di ido­nei DPI qua­li masche­ri­na, guan­ti, pro­te­zio­ne per gli occhi, abbi­glia­men­to da lavo­ro even­tual­men­te tuta usa e get­ta, dopo la pre­sa visio­ne attra­ver­so sche­de tec­ni­che del­le carat­te­ri­sti­che e dei rischi dei mate­ria­li da impiegare.

Regi­stra­re su una sche­da l’avvenuta misu­ra­zio­ne del­la tem­pe­ra­tu­ra ricor­dan­do come rispo­sto alla doman­da pre­ce­den­te che è sem­pre uti­le ave­re trac­cia del­le azio­ni che il dato­re di lavo­ro pone in esse­re per adem­pie­re ai suoi dove­ri in rela­zio­ne a quan­to pre­ve­de la normativa.

Una trac­cia di quan­to com­pi­la­to in azien­da, uti­le da esi­bi­re nel caso di un even­tua­le controllo.

No, la misu­ra­zio­ne va effet­tua­ta all’ingresso mat­tu­ti­no, se vi sono sin­to­mi suc­ces­si­va­men­te va trat­ta­to come sin­to­mi sor­ti duran­te l’orario di lavoro

In linea di mas­si­ma no comun­que le moda­li­tà di misu­ra­zio­ne van­no sem­pre regi­stra­te su una sche­da appo­si­ta­men­te pre­di­spo­sta e con­tro­fir­ma­te a cura di una per­so­na ter­za (Dato­re di lavo­ro o pre­po­sto) con pro­ce­du­ra con­cor­da­ta con il C.S.E.

Nel caso in cui una per­so­na pre­sen­te in can­tie­re svi­lup­pi feb­bre e sin­to­mi di infe­zio­ne respi­ra­to­ria qua­li la tos­se, lo deve dichia­ra­re imme­dia­ta­men­te al dato­re di lavo­ro. Il Dato­re di lavo­ro anche attra­ver­so l’addetto al pri­mo soc­cor­so prov­ve­de a con­fi­na­re il sospet­to con­ta­gia­to in un’area pre­ven­ti­va­men­te indi­vi­dua­ta, e prov­ve­de imme­dia­ta­men­te ad avver­ti­re le auto­ri­tà sani­ta­rie com­pe­ten­ti e i nume­ri di emer­gen­za per il COVID-19 for­ni­ti dal­la Regio­ne o dal Mini­ste­ro del­la Salute

Ai fini dell’implementazione del­la qua­ran­te­na, il Cen­tro Euro­peo per la pre­ven­zio­ne e il con­trol­lo del­le malat­tie defi­ni­sce tra gli altri un con­tat­to stret­to:

  • una per­so­na che vive nel­la stes­sa casa di un caso di COVID-19;
  • una per­so­na che ha avu­to un con­tat­to fisi­co diret­to con un caso di COVID-19 (per esem­pio la stret­ta di mano);
  • una per­so­na che ha avu­to un con­tat­to diret­to non pro­tet­to con le secre­zio­ni di un caso di COVID-19 (ad esem­pio toc­ca­re a mani nude faz­zo­let­ti di car­ta usati);
  • una per­so­na che ha avu­to un con­tat­to diret­to (fac­cia a fac­cia) con un caso di COVID-19, a distan­za mino­re di 2 metri e di dura­ta mag­gio­re a 15 minuti;
  • una per­so­na che si è tro­va­ta in un ambien­te chiu­so (ad esem­pio aula, sala riu­nio­ni, sala d’attesa dell’ospedale) con un caso di COVID-19 per alme­no 15 minu­ti, a distan­za mino­re di 2 metri;
  • un ope­ra­to­re sani­ta­rio od altra per­so­na che for­ni­sce assi­sten­za diret­ta ad un caso di COVID-19 oppu­re per­so­na­le di labo­ra­to­rio addet­to alla mani­po­la­zio­ne di cam­pio­ni di un caso di COVID-19 sen­za l’impiego dei DPI rac­co­man­da­ti o median­te l’utilizzo di DPI non idonei;
  • una per­so­na che abbia viag­gia­to sedu­ta in aereo nei due posti adia­cen­ti, in qual­sia­si dire­zio­ne, di un caso di COVID-19, i com­pa­gni di viag­gio o le per­so­ne addet­te all’assistenza e i mem­bri dell’equipaggio addet­ti alla sezio­ne dell’aereo dove il caso indi­ce era sedu­to (qua­lo­ra il caso indi­ce abbia una sin­to­ma­to­lo­gia gra­ve od abbia effet­tua­to spo­sta­men­ti all’interno dell’aereo, deter­mi­nan­do una mag­gio­re espo­si­zio­ne dei pas­seg­ge­ri, con­si­de­ra­re come con­tat­ti stret­ti tut­ti i pas­seg­ge­ri sedu­ti nel­la stes­sa sezio­ne dell’aereo o in tut­to l’aereo

Load More


Modalità di accesso dei fornitori esterni

Si deve misu­ra­re la tem­pe­ra­tu­ra dei for­ni­to­ri all’ingresso, le moda­li­tà di misu­ra­zio­ne van­no sem­pre regi­stra­te su una sche­da appo­si­ta­men­te pre­di­spo­sta e con­tro­fir­ma­te a cura di una per­so­na ter­za (Dato­re di lavo­ro o pre­po­sto) con pro­ce­du­ra con­cor­da­ta con il C.S.E.

L’obbligo va sem­pre rispet­ta­to sal­vo casi par­ti­co­la­ri nei qua­li per can­tie­ri mol­to pic­co­li e con­di­zio­ni ambien­ta­li par­ti­co­la­ri es. man­can­za di spa­zio, can­tie­re stra­da­le su stra­de stret­te, con­so­li­da­men­ti di ver­san­te ecc. si pos­so­no adot­ta­re solu­zio­ni diver­se moti­va­te ed espli­ci­ta­te nei docu­men­ti di sicu­rez­za es. un ser­vi­zio igie­ni­co solo o con­ven­zio­ne con bar. Scel­te da moti­va­re in accor­do con il C.S.E. ove pre­sen­te (che deve alle­ga­re la pla­ni­me­tria di can­tie­re) o in man­can­za descri­ve­re sil P.O.S. con pla­ni­me­tria allegata.

Load More


Pulizia e sanificazione

Puli­zia descri­ve il pro­ces­so di rimo­zio­ne di pol­ve­ri o di altre incro­sta­zio­ni e resi­dui da una par­ti­co­la­re super­fi­cie, spes­so attra­ver­so l’u­so di pro­dot­ti di sapo­ne e deter­gen­ti. I detri­ti e i pro­dot­ti per la puli­zia ven­go­no poi risciac­qua­ti con acqua.

Sani­fi­ca­zio­ne si rife­ri­sce al pro­ces­so di rimo­zio­ne di micror­ga­ni­smi poten­zial­men­te dan­no­si da una super­fi­cie o un ogget­to. Sani­fi­ca­zio­ne può esse­re rea­liz­za­to uti­liz­zan­do i pro­dot­ti chi­mi­ci (igie­niz­zan­ti chi­mi­ci) o calo­re mol­to alto (sani­fi­ca­zio­ne termica).

Sicu­ra­men­te il Medi­co Com­pe­ten­te dovrà esse­re coin­vol­to sul­le carat­te­ri­sti­che del­le puli­zie e del­le sanificazioni.

La sani­fi­ca­zio­ne può esse­re effet­tua­ta da per­so­na­le inter­no all’impresa dota­to di ido­nei DPI qua­li masche­ri­na, guan­ti, pro­te­zio­ne per gli occhi, abbi­glia­men­to da lavo­ro even­tual­men­te tuta usa e get­ta, dopo la pre­sa visio­ne attra­ver­so sche­de tec­ni­che del­le carat­te­ri­sti­che e dei rischi dei mate­ria­li da impiegare.

Sche­de di sani­fi­ca­zio­ne come cor­ret­ta­men­te già indi­ca­to nel­la domanda

Load More


Dispositivi di protezione individuale

Masche­ri­na, pro­te­zio­ne per gli occhi, abbi­glia­men­to da lavo­ro even­tual­men­te tuta usa e getta

  1. Rac­col­ta indifferenziata
  2. Rifiu­to spe­cia­le se uti­liz­za­to da per­so­na posi­ti­va al Covid

Oltre a que­sto va tenu­to con­to di even­tua­li Ordi­nan­ze Regio­na­li in mate­ria di rifiuti.

Load More


Domande generiche

Il dele­ga­to azien­da­le dell’impresa affi­da­ta­ria per gli adem­pi­men­ti di cui all’art. 97, a casca­ta i pre­po­sti del­le impre­se esecutrici.

Cate­go­ry: Doman­de generiche
  1. Quan­do si par­la di inter­ven­to di più lavo­ra­to­ri auto­no­mi vie­ne sem­pre un po’ il dub­bio di tro­var­si di fron­te ad un’impresa di fat­to. Se il lavo­ro effet­ti­va­men­te è svol­to auto­no­ma­men­te dai sog­get­ti coin­vol­ti, gli stes­si si dovran­no atte­ne­re alle rego­le fon­da­men­ta­li per il con­tra­sto e il con­te­ni­men­to del­la dif­fu­sio­ne del virus COVID19 (distan­zia­men­to, DPI, igie­ne per­so­na­le ect.).
  2. Sarà il com­mit­ten­te a garan­ti­re l’attuazione del­le misu­re anti-con­­ta­­gio in quan­to già tenu­to a veri­fi­ca­re l’idoneità tec­­ni­­co-pro­­fe­s­­sio­­na­­le degli stes­si lavo­ra­to­ri autonomi.
Cate­go­ry: Doman­de generiche

ASL, Ispet­to­ra­to del Lavo­ro, Cara­bi­nie­ri per la tute­la del lavo­ro, Cara­bi­nie­ri ter­ri­to­ria­li con con­trol­li anche con­giun­ti e con un tavo­lo di coor­di­na­men­to prefettizio.

Cate­go­ry: Doman­de generiche

Load More


CONCLUSIONE

Per cia­scun can­tie­re deve esse­re costi­tui­to un Comi­ta­to per l’applicazione e la veri­fi­ca del­le rego­le del pro­to­col­lo di rego­la­men­ta­zio­ne. Nel­le impre­se dove è pre­sen­te l’RLS il comi­ta­to può esse­re isti­tui­to all’interno del­la stes­sa azien­da. Il pro­to­col­lo con­di­vi­so di rego­la­men­ta­zio­ne non indi­vi­dua i com­po­nen­ti ma in base a quan­to rile­va­to nei pun­ti pre­ce­den­ti pos­sia­mo  sug­ge­ri­re: D.L., RSPP, RLS e medi­co competente.

Il 28/04/2020 è sta­to costi­tui­to il Comi­ta­to Ter­ri­to­ria­le per il set­to­re edi­le del­la Pro­vin­cia di Savo­na com­po­sto dall’Ente orga­ni­smo pari­te­ti­co per la salu­te e la sicu­rez­za (exCPT), i rap­pre­sen­tan­ti del­le par­ti socia­li e gli RLST.